Levar la mano su di sé

Il tormentato viaggio dei fenomeni suicidari tra infanzia e adolescenza

Adelia Lucattini

Medico, Psichiatra, Psicoanalista

Abstract

Il suicidio e il tentato di suicidio tra gli adolescenti costituisce una preoccupazione significativa a causa della sua frequenza, è infatti la seconda causa di morte negli adolescenti tra i 14 ei 19 anni. Oltre alla sofferenza personale e delle famiglie, i tentativi di suicidio rappresentano un problema anche in termini di costi sanitari e sociali, poiché oltre che disturbi psicologici e psichiatrici, implicano problemi di salute fisica anche a lungo termine. La depressione infantile ancora molto sottovalutata oltre che sottostimata è senz’altro un fattore di rischio rispetto ai disturbi depressivi nell’adolescenza e a comportamenti suicidari. La psicoanalisi si è sempre occupata di depressione infantile, Sigmund Freud ha delineato con precisione le dinamiche intrapsichiche ed inconsce che determinano l’insorgenza della depressione, mettendole a confronto con quelle che caratterizzano l’esperienza del lutto. Durante il processo in analisi, i pazienti prendono coscienza delle cause dei loro disturbi e lavorano sulla riparazione di ferite profonde e sul recupero di funzioni mentali danneggiate o incomplete dal punto di vista evolutivo. Il lavoro che si svolge su più fronti e coinvolge anche i familiari, al fine di recuperare l’equilibrio psichico incrinato dal breakdown evolutivo.

Parole chiave: Suicidio; Adolescenza; Psicopatologia; Psicoanalisi.

Lucattini A: Levar la mano su di sé. Il tormentato viaggio dei fenomeni suicidari tra infanzia e adolescenza. In: Telos, no 2, pp. 19-30, 2023, ISBN: 978-88-9470783-0. (Tipo: Journal Article | Abstract | Links)

Autore

  • Adelia Lucattini

    Medico e Psichiatra, Psicoanalista | e-mail: adelia.lucattini@gmail.com Medico e Psichiatra Psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana e dell’International Psychoanalytical Association

Articoli correlati